Monreale

Monreale (Murriali in siciliano) è un comune italiano di 39.449 abitanti della provincia di Palermo in Sicilia.
È la ventunesima città più popolosa della Sicilia, fa parte dell'Area metropolitana di Palermo. Distante 5 km a sud dal capoluogo, con i suoi 529 km² è il sesto comune d'Italia per estensione territoriale, dopo Roma,Ravenna, Cerignola, Noto e Sassari, nonché il secondo comune italiano, dopo Roma, per numero di comuni confinanti (ben 23). La città è sede arcivescovile.

Le sue origini, si presume, deriverebbero da un antico villaggio arabo[senza fonte] situato alle pendici del Monte Caputo a 310 m sul livello del mare.
L'importanza di Monreale comincia ad essere tale con l'avvento della dinastia normanna verso l'XI secolo. Era in questo luogo in cui i re normanni si ritiravano per riposare dalle fatiche della guerra e dal governo della Sicilia. Fu in una notte del 1171 che re Guglielmo II detto il Buono, ebbe in sogno l'apparizione della Madonna che gli svelava il posto dove era nascosto un immenso tesoro (bottino di guerra di suo padre), con il quale Guglielmo avrebbe dovuto erigere un tempio a lei dedicato. Il re diede inizio senza indugi alla costruzione del tempio, del Palazzo Arcivescovile e del chiostro. Dispose che cento monaci della Badia di Cava, con a capo l'abate Teobaldo, si trasferissero a Monreale per officiare nel tempio. Essi giunsero a Monreale il 20 marzo 1176 e l'abate Teobaldo venne insignito del titolo di "Signore della Città".
Il 5 febbraio 1182, Lucio III, su richiesta dello stesso Guglielmo, elevò la chiesa di Monreale a "Cattedrale Metropolitana". Primo arcivescovo della diocesi di Monreale è stato fra' Guglielmo del monastero dei Benedettini. Alla fine del XVII secolo l'Arcivescovo di Monreale possedeva 72 feudi. Dalla elevazione a Cattedrale Metropolitana ad oggi, la sede di Monreale ha avuto 54 arcivescovi e, tra questi, 14 cardinali della Chiesa.
Già prima che il Duomo fosse finito, il mondo ne parlava con meraviglia: lo stesso papa Alessandro III, in una bolla inviata al sovrano nel 1174, esprimeva tutta la sua gioia per la solennità del monumento.

 

 

Nei dintorni
escursioni e luoghi di interesse

  • San Vito lo Capo
    La strada che conduce fino a San Vito Lo Capo è un meraviglioso belvedere di ...
    Scopri Scopri
  • Trapani
    Il paesaggio di Trapani stupisce per la straordinaria bellezza.
    Scopri Scopri
  • Segesta
    Si chiamava Segesta un'antica città, non più abitata, fondata dagli Elimi e ...
    Scopri Scopri
  • Erice
    La cittadina è posta sulla vetta di un monte isolato, all'estremità nord occ ...
    Scopri Scopri
  • Mozia
    Mozia fu probabilmente interessata dalle esplorazioni dei mercanti-navigator ...
    Scopri Scopri
  • Riserva dello Zingaro
    La costa dello Zingaro è una delle pochissime in Sicilia senza strada litora ...
    Scopri Scopri
  • Isole Egadi
    Scopri Scopri
  • Palermo
    il quinto comune italiano per popolazione dopo Roma, Milano, Napoli e Torin ...
    Scopri Scopri
Rimani aggiornato!
iscriviti alla newsletter, non perderti le nostre promozioni

Alla scoperta del territorio
la magia della Sicilia

Scopri di più